Articoli marcati con tag ‘Agostina Zwilling’

E’ già una settimana che io e Carla siamo rientrate da Verona dove abbiamo partecipato ad un ambito master dell’ormai nota “Italian Felt Academy” il cui ricordo è ancora vivo e rimarrà indelebile.

Agostina Zwilling, ideatrice e fondatrice dell’Accademia, ha organizzato un corso avanzato di “Archaic Felt in Modern Couture” tenuto da Vilté Kazlauskaitè, artista lituana del feltro.

Viltè, pur essendo molto giovane, è una feltraia “completa e pluridisciplinare con una notevole capacità artistica e un linguaggio del tutto personale”.

Con grazia e riservatezza ci ha approcciate alla materia arcaica e alla manipolazione di differenti tipi di tessuti e di fibre, spronandoci all’uso delle stesse,  tenendo sgombra la nostra mente da qualsiasi vincolo e prestando ascolto soltanto alle nostre emozioni tattilo-sensoriali.

Questo percorso, compiuto nei tre giorni, è stato, come al solito, esaltante, stimolante e formativo.

Quindi un grazie di cuore a Vilté, che con estrema discrezione ci ha guidate nel nostro lavoro e ha condiviso con noi le sue esperienze lavorative.

Ad Agostina organizzatrice attenta e scrupolosa, che ci dà sempre nuove opportunità di crescita personale e professionale.

A Gosta, sollecito e sensibile traduttore e valente fotografo.

Ed infine alle compagne di corso, alcune delle quali vecchie conoscenze e amiche, altre completamente nuove con le quali abbiamo formato un gruppo ben affiatato e di mutuo soccorso perché tutte, nelle proprie individualità caratteriali, ci siamo mostrate disponibili ed aperte a condividere le proprie emozioni e le proprie esperienze

Grazie a tutte e………alla prossima.

D’accordissimo con quanto detto da Cecilia aggiungo che quest’esperienza  ci ha portato a sperimentare, uscendo dagli schemi e ad  esprimerci a modo nostro. Per quanto riguarda i materiali, una parte è stata portata da noi , mentre l’altra è stata prenotata perchè costituita da lane a noi sconosciute. Appena aperto il pacco delle lane,  il primo impatto è stato un messaggio olfattivo, perchè, come ha detto qualcuno,  si possono chiudere gli occhi, si possono otturare le orecchie, ma non ci si può sottrarre agli odori . Il ” profumo ”  era davvero unico  e la lana emanava un’aroma proprio caratteristico, dando ad alcune di noi,  un’attrazione particolare e ad altre una repulsione immediata….

Il percorso ha preso vita partendo  da alcune esperienze sensoriali attraverso la manipolazione di queste lane  e ha poi coinvolto tutti i campi d’esperienza basandosi sul principio del ” fare per conoscere ” e conoscere per trasformare !

 

Campioni di prova

Campioni di prova

 Campioni in lana e seta

Campioni in lana e seta

Vari modi di posizionare la seta

Vari modi di posizionare la seta

Uso di lane particolari

Uso di lane particolari

arricciature in seta e lana

arricciature in seta e lana

uso di lane colorate  e seta

uso di lane colorate e seta

uso di lane colorate e seta a  fantasia

uso di lane colorate e seta a fantasia

Uso di lana Drenthe Heath raw wool e Wensleydale raw wool

Uso di lana Drenthe Heath raw wool e Wensleydale raw wool

Clicca qui per vedere le altre foto

Share

In attesa di fare un articolo come si deve , vi mostro il mio attestato di partecipazione al Master di feltro di Vilté Kaziauskaité, organizzato da Agostina Zwilling nell’ italian felt Academy , frequentato da me e Cecilia  con grande entusiasmo e soddisfazione !

attestato di partecipazione al master di Vilté Kaziauskaité

attestato di partecipazione al master di Vilté Kaziauskaité

cartellino di riconoscimento

cartellino di riconoscimento

Share

Dalla genialità, dalla professionalità e dalla fervida creatività dell’artista italiana del feltro Agostina Zwilling è nata l’ITALIAN FELT ACCADEMY che, con i suoi master classes, ha “l’intento di offrire un contenitore di formazione professionale e artistico”.
A Verona nei giorni 4 – 5 – 6 novembre si è tenuto il primo master class di questa Accademia con l’artista canadese Marjolein Dallinga. Noi abbiamo avuto la fortuna (viste le numerose iscrizioni) di potervi partecipare.
L’organizzazione, curata da Agostina è stata praticamente perfetta, ma per chi conosce questa artista e ha avuto il piacere di lavorare insieme a lei, non è stata una sorpresa, ma soltanto una conferma.
Marjolein, che ha tenuto il corso, è stata un’insegnante straordinaria. Con l’alto grado di conoscenza dell’arte del feltro e la sua sensibilità ci ha incoraggiate a sperimentare senza paura, ci ha spronate ad un diverso uso dei colori e ci ha guidate con spiegazioni chiare e suggerimenti adeguati alle esigenze di ognuna di noi.
Il corso è stato senz’altro impegnativo, ma molto stimolante e proficuo per la nostra crescita nell’arte del feltro.
Durante queste tre giornate di intenso lavoro Agostina ha anche organizzato due serate veramente speciali. Una “mangereccia” presso il ristorante biovegetariano FATA ZUCCHINA dove Nazzarena ci ha coccolate con pietanze colorate, curate, appetitose e sane e una culturale, che ci ha dato l’opportunità di conoscere MINIARTEXTIL, un progetto artistico-culturale internazionale che, in questa occasione, ha presentato un bellisimo catalogo con il quale ha festeggiato la sua 20esima edizione.
Infine non possiamo che porgere i nostri più sentiti e affettuosi ringraziamenti ad Agostina, a Marjolein e a Gosta, inimitabile traduttore e pregevole fotografo.

Ecco alcune foto scattate durante lo stage

Ecco alcune stoffe che Marjolein ha dipinto con le sue sapienti legature

ecco alcune stoffe che Marjolein ha dipinto con le sue sapienti legature

Marjolein ci mostra alcuni polsini in feltro

Marjolein ci mostra alcuni polsini in feltro

Clicca qui per vedere le altre foto

Share