Eccoci di ritorna da Prato, dove si è tenuta la manifestazione di Feltrosa 2010. Ci sembra doveroso descrivere  le tre intense giornate  passate a Prato per  omaggiare l’arte di fare feltro. Appena giunte , dopo l’accoglienza, abbiamo fatto un interessante giro alla scoperta del distretto tessile pratese, e abbiamo scoperto un mondo nuovo, quello della RIGENERAZIONE delle LANE . A Prato lo straccio è il ” vestito usato ”  che arriva da ogni parte del mondo per essere “rigenerato” , quindi , giacche, cappotti, corpetti, gonne, pantaloni, divise militari, abiti da sera, abiti da lavoro , vengono raccolti  nei  magazzini  dove i “ CENCIAIOLI ” eliminano dallo straccio,  fodere e cuciture di cotone; recuperano bottoni, filetti di ferro, pezzi di cartone, pelliccette; selezionano la lana a seconda della tipologia, della qualità e del colore, lavorando a terra su un cuscino , in posizioni decisamente scomode  e creano così con la selezione , montagne di cenci colorati che poi verranno pressati in balle e spediti in altre fabbriche per la cardatura e per la nuova filatura.

Magazzino dei "cenci "

Magazzino dei "cenci "

Tappeto del cenciaiolo

Tappeto del cenciaiolo

Balle di cenci selezionate per colore

Balle di cenci selezionate per colore



Il tour continua poi con la visita al Museo delle macchine tessili con sede in una sala dell’Ex Fabbrica Meucci a Vernio, costruita su un antico mulino. Il museo contiene esemplari di macchinari  tessili di differenti epoche , impiegati nel processo di rigenerazione delle lane. Fra i macchinari troviamo, al di là di una vetrata, l’originale impianto a turbina idroelettrica, funzionante tutt’oggi.

Turbina idroelettrica

Turbina idroelettrica

Carda

Carda

La Carda, svolge un’azione determinante nell’ambito della filatura, apre e parallelizza le fibre, elimina le impurità e miscela il materiale, rendendolo omogeneo nella composizione e nel colore.

carbonizzo a vapore

carbonizzo a vapore

Il carbonizzo è costituito da un grande tamburo, all’interno di una camera in muratura. Il tamburo ruota, muovendo continuamente la massa degli stracci al suo interno.L’acido cloridrico introdotto all’interno di una caldaia, si vaporizza e mediante l’azione dei vapori sviluppati dall’acido, vengono carbonizzate tutte le impurità vegetali e le fibre di origine cellulosica – cotone, lino – consentendo così il recupero della fibra di lana.

Telaio manuale

Telaio manuale

Telaio manuale per la tessitura domestica, usato ancora oggi per realizzare i campioni di tessuto e nell’artigianato.

Infine abbiamo visitato il Museo del Tessuto, dove c’è stata l’inaugurazione  della mostra THE CLIMATE IS CHANGING ossia  IL CLIMA STA CAMBIANDO, mostra concorso internazionale di arte tessile contemporanea in FELTRO: L’esposizione è il risultato della selezione di cinquanta opere  fra  vere e proprie sculture tessili di vario formato.La materia prima con la quale gli artisti hanno espresso la propria creatività è il feltro,  spesso utilizzato insieme ad altri molteplici materiali.

Ecco i lavori selezionati



Per quanto riguarda la giornata di sabato 8 maggio, abbiamo partecipato ad alcuni laboratori di feltro, di preciso a quello di Danila Schoen,  feltraia d’esperienza, deliziosa nei modi  e nel proporre i suoi cappellini  con anima in midollino e quello condotto da  Judit Pocs, bravissima artista ungherese che ha proposto la lavorazione di gioielli in feltro. Ecco alcune foto dei laboratori e di alcune realizzazioni

Cappelli con anima in midollino

Cappelli con anima in midollino

Esposizione di cappelli  con strutture in midollino

Esposizione di cappelli con strutture in midollino

Gruppo di lavoro di Danila Schoen

Gruppo di lavoro di Danila Schoen

Carla indossa il suo cappellino con strutture in midollino

Carla indossa il suo cappellino con strutture in midollino

Cappello realizzato da Carla con strutture in midollino

Cappello realizzato da Carla con strutture in midollino

Particolare della struttura rigida del cappello

Particolare della struttura rigida del cappello

retro del cappello

retro del cappello

Fascia decorata con strutture in midollino realizzata dalla nostra cara amica Federica

Fascia decorata con strutture in midollino realizzata dalla nostra cara amica Grazia

Decorazione in midollino realizzata da Federica nel seminario di Feltrosa 2010

Decorazione in midollino realizzata da Federica nel seminario di Feltrosa

Esempi di cappelli con strutture in midollino realizzati da Danila Schoen

Esempi di cappelli con strutture in midollino realizzati da Danila Schoen

Cappelli modellati su forme di legno di Jeanette Sendler

Cappelli modellati su forme di legno di Jeanette Sendler

Borsa con maglia inserita realizzata da Daniela nel seminario con Barbara Girardi

Borsa con maglia inserita realizzata da Daniela nel seminario con Barbara Girardi

altra borsa con inserimento di lana

altra borsa con inserimento di lana

quadrato in feltro con rilievi realizzato nel seminario di Annette Quentil Stoll

quadrato in feltro con rilievi realizzato nel seminario di Annette Quentil Stoll

Cecilia con il suo gruppo di lavoro : Gioielli in feltro

Cecilia con il suo gruppo di lavoro : Gioielli in feltro

Gruppo di lavoro di Judit Pocs, famosa artista ungherese

Gruppo di lavoro di Judit Pocs, famosa artista ungherese

Ecco i commenti di Cecilia : il mio incontro con Judit Pocs è stato piacevolissimo. E’ una persona simpatica e aperta di carattere, precisa ed accurata nella realizzazione dei suoi lavori e disponibile e paziente nei confronti delle corsiste.

Judit Pocs nel corso di gioielli a Feltrosa

Judit Pocs nel corso di gioielli a Feltrosa

I suoi bijoux sono delle creazioni originalissime, colorate ed eleganti

gioielli in feltro di Judit Pocs

gioielli in feltro di Judit Pocs

Ecco le sue piccole borse

Borse di Judit Pocs

Borse di Judit Pocs

Judith Pocs al lavoro nella dimostrazione dei vari passaggi per la realizzazione dei gioielli. Ogni corsista ne ha realizzato uno, su proprio progetto. L’importanza di questi corsi di gruppo è la condivisione dei lavori di tutti.

Judit Pocs al lavoro per dimostrare le sue tecniche

Judit Pocs al lavoro per dimostrare le sue tecniche

Disegno del mio progetto nelle misure finali e poi nelle misure iniziali.

Disegno del progetto

Disegno del progetto

Realizzazione delle due parti principali del mio bijoux.

Una delle parti  lavorate  tridimensionalmente del gioiello scelto

Una delle parti lavorate tridimensionalmente del gioiello scelto

Parte superiore da assemblare

Parte superiore da assemblare

Gioiello finito  nella fattura, ma ancora da decorare

Gioiello finito nella fattura, ma ancora da decorare

Il lavoro è finito, ma in quella sede non completato ,infatti mancano ancora delle decorazioni con perline. La particolarità del ciondolo sta nelle taschina nascosta al suo interno che può contenere un nostro piccolo segreto o un caro ricordo.



Share

9 Commenti a “Feltrosa 2010”

  • @ ruth baumer:
    Grazie, Ruth, detto dalla mia prima maestra è un vero onore. Ciao e a presto…

  • Complimenti siete brave, bravissime e strepitose

  • @ Eva Basile:
    Grazie Eva,è stata veramente una bellissima manifestazione che meritava così tante foto.
    A presto
    Carla & Cecilia

  • bellissimo reportage… con quasi tutte le opere in mostra e documentazione del tour tessile (al quale non ho partecipato).
    E poi, geniale, la foto al fotografo!!!

  • accogscrync:

    Just want to say what a great blog you got here!
    I’ve been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

    Thumbs up, and keep it going!

    Cheers
    Christian

  • Moira:

    Grazie per il post dettagliatissimo! Ricco di bellissime foto e di curiosità interessanti :)
    E tanti tanti complimenti per le vostre splendide creazioni!
    Con affetto,
    Moira

  • @ carolinadaniela:
    Sono contenta che ti piaccia il mio cappello,certo, un pò strambo, ma a volte bisogna azzardare no ?
    Baciotti

  • carolinadaniela:

    acciderboli carla, che bel post che hai fatto. sembra di essere lì sotto la tua guida, bello! quanta attività e quale fermento di idee.
    e che dire del tuo cappello?
    singolarissimo, così arioso. mamma mia che brave insegnanti che ho trovato!!!
    un abbraccione.

  • accogscrync:

    Just want to say what a great blog you got here!
    I’ve been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

    Thumbs up, and keep it going!

    Cheers
    Christian

Lascia un Commento