Archivio di maggio 2010

Eccoci ancora insieme a 8 creative affascinate anche loro, come noi, dalla MAGIA del feltro….Abbiamo nel nostro corso anche una piccola feltraia, 9 anni, ma precisa, attenta, piena di voglia di fare, creare, realizzare e che dire…..brava come Cristina, la mamma che l’accompagna e che sapientemente le ha trasmesso questo amore per le arti manuali. Ecco alcuni lavori realizzati nel corso base

La nostra piccola feltraia Beatrice

La nostra piccola feltraia Beatrice

Beatrice realizza una tovaglietta all'americana

Beatrice realizza una tovaglietta all'americana

Gruppo al lavoro

gruppo al lavoro

Clicca qui per vedere le altre foto

Share

Uno degli accessori che più appassiona il mondo femminile è la borsa, e chi ama un look particolare, la borsa  se la realizza da sola. Cosa c’è di più bello, infatti, che poter indossare una borsa pensata e disegnata  da sè stessi ? Nello stage improntato ad hoc per le nostre allieve , è bastato  prendere spunto da alcuni  modelli da noi proposti, adattare le misure, alcuni  particolari e i colori , alle proprie esigenze e ai propri gusti ed ecco che è uscito fuori  il cosiddetto pezzo unico! La nostra carissima Daniela poi, ci ha fatto una sorpresa strepitosa… ha infornato per noi alcuni biscotti , risultati poi deliziosi, con tanto di dedica. Con alcuni stampini per dolci ha inciso su ogni biscotto : FELTRO CREATIVO, la ringraziamo prima di tutto per la pazienza, per il bel pensiero e per la sua affabilità!

Biscotti in pasta frolla con dedica....

Biscotti in pasta frolla con dedica....

Biscotti FELTRO CREATIVO

Biscotti FELTRO CREATIVO

Francesca stende la lana per realizzare la sua borsa

Francesca stende la lana per realizzare la sua borsa

Clicca qui per vedere le altre foto

Share

Eccoci di ritorna da Prato, dove si è tenuta la manifestazione di Feltrosa 2010. Ci sembra doveroso descrivere  le tre intense giornate  passate a Prato per  omaggiare l’arte di fare feltro. Appena giunte , dopo l’accoglienza, abbiamo fatto un interessante giro alla scoperta del distretto tessile pratese, e abbiamo scoperto un mondo nuovo, quello della RIGENERAZIONE delle LANE . A Prato lo straccio è il ” vestito usato ”  che arriva da ogni parte del mondo per essere “rigenerato” , quindi , giacche, cappotti, corpetti, gonne, pantaloni, divise militari, abiti da sera, abiti da lavoro , vengono raccolti  nei  magazzini  dove i “ CENCIAIOLI ” eliminano dallo straccio,  fodere e cuciture di cotone; recuperano bottoni, filetti di ferro, pezzi di cartone, pelliccette; selezionano la lana a seconda della tipologia, della qualità e del colore, lavorando a terra su un cuscino , in posizioni decisamente scomode  e creano così con la selezione , montagne di cenci colorati che poi verranno pressati in balle e spediti in altre fabbriche per la cardatura e per la nuova filatura.

Magazzino dei "cenci "

Magazzino dei "cenci "

Tappeto del cenciaiolo

Tappeto del cenciaiolo

Balle di cenci selezionate per colore

Balle di cenci selezionate per colore

Clicca qui per vedere le altre foto

Share